La Gazzetta di Arnese

Che cosa succederà nella Sala stampa vaticana. Il post di Mainardi

C

di Andrea Mainardi

Finisce l’interim alla Sala stampa vaticana. Dopo settimane di indiscrezioni, il nuovo direttore dovrebbe essere nominato domani, lunedì 15 luglio. Lo conferma l’informato sito Il Sismografo.

Lascia, per sua scelta, Alessandro Gisotti, nominato a gennaio – e a tempo – dopo la rinuncia a fine 2018 di Greg Burke e del vice direttore Paloma García Ovejero. Gisotti dovrebbe andare a coordinare il lavoro editoriale del Dicastero per le comunicazione della Santa Sede, come vice di Andrea Tornielli, già a Il Giornale e La Stampa.

A succedere a Joaquín Navarro Valls e Federico Lombardi come portavoce del Papa, arriverebbe Matteo Bruni, “dipendente della Sala stampa da qualche anno, dove si occupa di questioni organizzative e logistiche”. La vice direzione della Sala stampa dovrebbe essere affidata alla brasiliana del programma in portoghese per il Brasile di Vatican News, Cristiane Murray.

Appena giovedì, l’ultimo portavoce “stabile” di @Pontifex, Greg Burke, aveva annunciato via twitter un nuovo incarico, operativo da settembre, come direttore delle comunicazioni presso la Iese Business school di Barcellona e i suoi campus in tutto il mondo.

Di seguito la nota del Sismografo

(LB-RC) Tutto indica che domani, lunedì 15 luglio, dovrebbe essere il giorno della pubblicazione delle nuove nomine che dovrebbero dare un assetto stabile alla Sala stampa della Santa Sede guidata “ad interim” dal giornalista di Vatican News Alessandro Gisotti (Roma, 24 giugno 1974) il quale, dalla sua nomina il 31 dicembre 2018 ad oggi, secondo un’opinione unanime e ben fondata, ha svolto un lavoro egregio, qualificato e altamente professionale, con un tratto umano particolarmente apprezzato da tutti.
Gisotti ha voluto, oltre sei mesi fa, una nomina “ad interim” proprio per le ragioni che oggi lo portano a lasciare volontariamente l’importante incarico: la sua cara famiglia, in particolare i figli ancora piccoli. Alessandro Gisotti non tornerà però a Radio Vaticana come si era pensato in un primo momento. Domani diventerà Vice direttore editoriale del Dicastero per la comunicazione guidato dal Prefetto Paolo Ruffini. In pratica Gisotti sarà il secondo di Andrea Tornielli.
In questi ultimi mesi si è lavorato molto per trovare il sostituto di Alessandro Gisotti che, com’è ben noto, aveva preso il posto a sorpresa, l’ultimo giorno del 2018, dello statunitense Greg Burke (che ora lavora presso l’Università di Navarra in Spagna).
Contemporaneamente alla nomina di un nuovo Direttore della Sala stampa, si è pensato anche alla nomina di un nuovo Vice, carica che l’uscita della spagnola Paloma García Ovejero aveva lasciato vacante. Si dice che nel team fin dall’inizio, anche per volere del Santo Padre, si desiderava una donna. Tra l’altro due bravissime giornaliste interpellate per primo, una messicana e l’altra italiana, hanno gentilmente rifiutato la proposta. Una in particolare lo ha fatto per ben due volte.
Domani, oltre l’annuncio della “partenza” di Alessandro Gisotti, sarà annunciato il nome del nuovo Direttore della Sala stampa, l’erede di Federico Alessandrini, Romeo Panciroli, Joaquín Navarro Valls e p. Federico Lombardi, e cioè, Matteo Bruni, dipendente della medesima Sala stampa da qualche anno dove si occupa di questioni organizzative e logistiche. La vice direzione della Sala stampa sarà affidata alla brasiliana del Programma in portoghese per il Brasile di Vatican News, Cristiane Murray.
Da tenere in considerazione che le indiscrezioni riportate sono allo stato attuale delle cose. In queste settimane i nomi sono cambiati da un giorno all’altro e ciò potrebbe accadere ancora anche se ormai sembra piuttosto improbabile.

Sull'autore

Michele Arnese
By Michele Arnese
La Gazzetta di Arnese

Tag

Archivi