La Gazzetta di Arnese

Come Haftar si sta cuccando tutta la Libia per la gioia di Macron

C

Estratto di un articolo pubblicato su Occhio della Guerra sulla Libia

Haftar sta prendendo il controllo del Paese senza il necessario coordinamento con l’Italia. Mentre appaiono sempre più solidi i legami militari con la Francia che bombarda nel nord del Ciad, quasi al confine con la Libia, proprio mentre il maresciallo di Tobruk colpisce con i suoi aerei la parte meridionale del Paese nordafricano.

La questione è particolarmente importante per l’Italia soprattutto se unita a un’altra notizia, filtrata in queste dal sito Libya security studies. Non vi sono ancora conferme ufficiali, e forse ne vene saranno mai, ma rischia di essere decisiva per comprendere le dinamiche libiche e capire dove Macron pensa di colpire l’Italia.

Perché la partita di Macron non è solo quella di puntare tutto su Haftar, ma anche di promuovere i rapporti con Fayez al-Sarraj. In modo da diventare la potenza decisiva nel Paese a discapito, appunto, del ruolo italiano. Secondo il sito libico, in queste ore il Consigliere per la Libia di Macron e alcuni importanti ufficiali dell’intelligence della Dgse sono arrivati a Tripoli per discutere su come sostenere al-Sarraj nella costruzione di un esercito nazionale in grado di bilanciare la forza di Haftar ed eliminare le milizie locali.

Doppio gioco? Non solo. Quello che sembra chiaro è che la Francia sta facendo quello che ha provato e che sta cercando di fare l’Italia da mesi, cioè riuscire a essere la potenza leader della transizione libica guidando il gioco del passaggio di potere del futuro del Paese. E non è un caso che l’Aise sia arrivata in queste stesse ore a Tripoli, con Giovanni Caravelli a guidare la delegazione italiana. C’è il rischio di essere tagliati fuori da una partita che appariva ormai vinta.

 

(qui l’articolo integrale)

Sull'autore

Michele Arnese
By Michele Arnese
La Gazzetta di Arnese

Tag

Archivi